lunedì 24 giugno 2019

Cuore

                                                                                               ph carlozanzi



Cuore
di carlozanzi


Il cuore soffre inquieto
come un bimbo col lupo,
trema, non vuol vedere,
inciampa nel dirupo.

Il centro del mio petto
pulsa, giudica, accusa,
mi manca di rispetto,
si pente e chiede scusa.

24 giugno 2019

Il ritorno


Sono a casa da un'ora, dopo otto giorni di ospedale.
Ho scelto la foto di un'alba perché per me è un'alba, non un tramonto. 
Mi attendono giorni di riposo, una ripresa graduale, una valangata di farmaci, io che non ho mai preso nulla. 
E' stata un'esperienza che mi ha scosso psicofisicamente, ma una scossa non sempre fa cadere, forse riassesta. 
Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicino. 

sabato 22 giugno 2019

13.000 giorni



Oggi, domenica 23 giugno, una stupenda domenica varesina, con cielo sereno e rondini, sono 13.000 giorni.

Troponina


La troponina è un enzima presente nel muscolo cardiaco. Se si alza il suo valore vuol dire che il cuore soffre. La mia troponina, anzichè abbassarsi, si alza, quindi finché la curva non cambia direzione mi tengono qui. E mi pare giusto. Io sto bene, ma la troponina no.

venerdì 21 giugno 2019

Romanzi



I romanzi nascono di notte, nel buio, ad occhi chiusi...e umidi.

Betulla





BETULLA
di carlozanzi



Supino, ad occhi chiusi
annullo ogni pensiero;
vortica, non si quieta,
lo scaccio, torna fiero.

Penso di non pensare,
immagino un muro bianco,
fisso un punto lontano,
ignoro ogni mio affare.

E tempo dopo tempo
mi sciolgo nel mio nulla;
le foglie di betulla
cantano al dolce vento.

21 giugno 2019

giovedì 20 giugno 2019

Vincenti e perdenti

                                                                                                 ph carlozanzi



Molti amici mi hanno dimostrato la loro vicinanza, in questo momento di salute non ottimale. E li ringrazio. Avrei potuto non dire nulla. Qualcuno penserà che esagero: in fondo si tratta solo di due stent, di una coronarografia, qualche giorno in ospedale. Quanto chiasso! In verità mi fa piacere mostrare non solo il mio volto 'vincente', perché non mi paiono credibili le persone che sorridono sempre, che stanno sempre bene, che non perdono mai. 
Un cielo sempre sereno non esiste.